TI: Truffe sugli immobili

Veröffentlicht: 27. Dezember 2012 in + Artikel in den Kantonen, + Artikel mit Gefangenen, + Artikel ohne Herkunftsangaben, + Begangene Delikte, Betrug, Ohne Angaben, TI
Schlagwörter:,

La Polizia cantonale comunica che negli scorsi giorni sono stati segnalati alcuni casi legati alla truffa dell’affitto di immobili, il tutto via internet.

Gli autori, di norma su siti specializzati, offrono, in locazione, appartamenti o abitazioni esistenti o fittizi. Per finalizzare l’accordo chiedono, in anticipo, una caparra oppure alcuni mesi di pigione anticipata. Le conseguenze, per la vittima, oltre che la perdita di denaro, sono evidentemente quelle di non poter usufruire dell’immobile, semplicemente perché non esiste oppure é abitato dai legittimi proprietari che sono all’oscuro della trattativa.

Analoga situazione nel caso fosse proposta, invece della locazione, la vendita dell’immobile.

Prima di concludere l’accordo gli autori chiedono i dati personali delle potenziale vittime e una scansione di un documento di legittimazione.

È importante ricordare che può non essere privo di conseguenze spiacevoli anche lo spedire a sconosciuti scansioni e/o immagini dei propri documenti che possono poi venire usati per commettere atti illegali a nome della vittima.

In generale, le misure da adottare sono quelle di mai spedire denaro a sconosciuti e comunicare, sotto qualsiasi forma,  dati personali. Nel caso specifico occorre verificare di persona o tramite conoscenti di fiducia l’effettiva disponibilità dell’immobile.

In caso di dubbi o di situazioni reputate sospette, la Polizia cantonale consiglia di fare una segnalazione al posto di Polizia più vicino o telefonicamente presso la Centrale operativa al 0848255555.

Quelle: kapoTI

Die Kommentarfunktion ist geschlossen.